Il GRUPPO CRAI chiude il 2015 con una crescita del fatturato del 13% a oltre 5,5 miliardi di euro

Il gruppo distributivo Crai chiude un 2015 con un aumento di fatturato: a due cifre: +13%, rispetto allo scorso anno, superando la soglia dei 5,5 miliardi di euro. Merito anche della considerevole crescita del numero di associati, che hanno portato nella compagine 243 nuovi punti vendita alimentari e 107 negozi del comparto Drug. Il risultato 2015 è ancora più eclatante se si pensa che anche l’anno prima il gruppo era cresciuto di un + 24%.

“Per il 2016 contiamo di consolidare ulteriormente la nostra posizione, rafforzando la rete” aggiunge Bordoli. Per sviluppare questo obiettivo, l’azienda ha dato vita a CraiFidi, con cui affiancherà gli imprenditori che decideranno di ristrutturare il proprio negozio ricorrendo al credito, sostenendo gli interessi del finanziamento. L’imprenditore, in sostanza, rinnoverà il proprio punto di vendita, a fronte di un ingente investimento a interessi zero”

Per il futuro Crai intende rafforzare l’immagine del proprio marchio, rilanciare le attività dirette ai clienti con piani marketing efficaci e innovativi in cui focus sono la relazione personale con il cliente e la qualità del servizio offerto, e il lancio, previsto per fine febbraio, della nuova linea di prodotti a marchio biologici Crai Bio con un primo assortimento di oltre 70 referenze: un ulteriore sviluppo nell’area “healthy living” proprio per rispondere al trend ormai consolidato del settore alimentare e alle esigenze di consumatori sempre più informati e attenti alla salute a tavola.

 

Organizzazione CRAI

Società con sede a Milano, CRAI conta attualmente oltre 3.000 punti vendita sul territorio nazionale. Il modello organizzativo a cui si è ispirato CRAI è di tipo federale e fa riferimento nella fattispecie a un sistema basato sul decentramento delle decisioni. Tale logica attribuisce alla centrale di Milano la pianificazione strategica e alla rete quella operativa. Un simile processo ha consentito ai Centri Distributivi di essere dotati di quella autonomia necessaria per rispondere e soddisfare le richieste di ogni singola area, obiettivo perseguibile solo da chi conosce profondamente e vive quotidiana mente il proprio territorio. Coerentemente a ciò, si è reso necessario un processo di aggregazione in poli distributivi, per i soci ed affiliati, per macro area regionali, tali da collegare i mercati distinti in centri operativi in grado di poter interfacciare i fornitori industriali. La natura della compagine distributiva del Gruppo CRAI è piuttosto diversificata, sia per tipologia di format di vendita che di canale. Attualmente la rete distributiva CRAI si compone di oltre 3.000 punti vendita, su un organico (comprensivo anche di addetti dei centri distributivi e della sede centrale) che supera le 15.000 unità.

Molto capillare è il presidio del territorio: la rete dei punti vendita CRAI è infatti presente in tutta Italia, da Aosta a Siracusa.